via Prà Bordoni 59
+39 0445-1922130
info@netmarket-srl.it

Come creare Brand Awareness

Created with Sketch.

Come creare Brand Awareness

come-creare-brand-awareness

Costruire una strategia di brand awareness ti può aiutare ad influenzare direttamente le vendite della tua azienda, ma come creare Brand Awareness ovvero aumentare la consapevolezza del marchio?

In un mondo in cui il 70% delle esperienze di acquisto si basa su come il cliente viene accompagnato all’acquisto, è incredibilmente importante che i Brand creino fidelizzazione. Per capire veramente se le tue tattiche di marketing per la Brand Awareness hanno trasformato fedeli seguaci in clienti attivi, i professionisti del marketing devono innanzitutto intraprendere quattro passi importanti:

Fase 1: Segmentazione

Le strategie di brand awareness dovrebbero focalizzarsi sull’attirare l’attenzione dei clienti già attivi. Questi clienti possono essere identificati come quegli individui che hanno mostrato interesse visitando il sito Web della tua azienda, hanno letto il tuo blog o hanno indicato in altro modo l’intenzione di acquistare.

Per sfruttare al massimo gli sforzi di branding, i marketer dovrebbero concentrare la loro attenzione sul target di riferimento. I segmenti di pubblico possono essere trovati online tramite il sito Web del marchio o attraverso il targeting diretto sulle giuste reti di social media al momento giusto.

Fase 2: Retargeting

Utilizzare il retargeting dei risultati della ricerca per stabilire una presenza forte. Gli annunci mirati sono un tipo di annuncio e che “retargetizza” un utente che ha visitato il tuo sito Web o interagito con un contenuto digitale. L’utilizzo del retargeting, specialmente nelle pubblicità display, può stimolare la Brand Awareness e incoraggiare i potenziali clienti a tornare sul tuo sito.

Esistono quattro modi in generale per utilizzare il retargeting per stabilire una Brand Awareness più forte tra i clienti attuali e potenziali:

  • Riesaminare gli utenti con una consapevolezza preliminare del Brand
  • Riesaminare le persone che hanno precedentemente visitato il tuo sito
  • Concentrarsi sulle persone che hanno aperto una email
  • Tenere traccia degli utenti che hanno cercato il tuo prodotto

Oltre agli sforzi di retargeting, assicurati di personalizzare i tuoi messaggi di marketing. Uno dei migliori metodi per la personalizzazione dei messaggi di marketing è quello di sviluppare un A/B Split test . Questo test è uno dei modi più efficaci per misurare i miglioramenti per il tuo Brand online. Durante un test split A/B, puoi eseguire due versioni dello stesso contenuto allo stesso tempo per pubblico differente. Puoi misurare i risultati per ottenere informazioni approfondite sulla mentalità del tuo pubblico. Sapere cosa preferisce il tuo pubblico può aiutarti a creare più messaggi di marketing di forte impatto.

Oltre ai test split A/B, le seguenti tattiche possono aiutarti a creare messaggi più potenti e personalizzati:

  • Utilizzo dei dati disponibili per migliorare la personalizzazione all’interno dei messaggi di marketing mirati
  • Essere proattivi nelle tue ricerche per il target di pubblico ideale
  • Trovare clienti dove sono, invece di aspettare che vengano da voi

Fase 3: Rendere prioritario il coinvolgimento dei clienti sui social

Invece di rimanere passivamente seduti mentre i fan arrivano ai vostri profili social media dovrai cercare in modo proattivo il tuo pubblico target. I clienti utilizzano i social media per cercare informazioni sui prodotti e chiedere consigli ad amici o colleghi. Stabilire una presenza sui social media ti mette di fronte a quei consumatori e offre l’opportunità di entrare in contatto con loro. Hai la possibilità di condividere contenuti accattivanti e partecipare a conversazioni pertinenti con gli acquirenti.

Essere proattivi può aiutarti ad aumentare la consapevolezza del marchio nel tuo pubblico ed aumentare il ROI del tuo social media marketing. Gli strumenti di ascolto dei social media possono aiutarti a essere proattivo nei tuoi sforzi di social media marketing.

Con l’essere proattivo si intende:

  • Costruire un’esperienza migliore per i clienti
  • Migliorare i potenziali livelli di coinvolgimento dei clienti
  • Aiutare i potenziali clienti a diventare follower fedeli
  • Impegnarsi in una doppia conversazione tra i tuoi clienti passati, presenti e futuri
  • Trasformare i lead in vendite redditizie

Considerando i tre precedenti passaggi, è facile capire come una solida strategia di brand awareness, unita alla raccolta e all’analisi attiva dei dati, possa portare ad un aumento del ROI.

L’individuazione di segmenti di pubblico altamente specifici può comportare un maggiore coinvolgimento, una maggiore fedeltà al brand e un maggior numero di vendite dirette e la creazione di un forte richiamo del marchio nei clienti passati, attuali e potenziali può portare a un maggiore coinvolgimento del marchio. Infine, rendere prioritario il coinvolgimento dei clienti sui canali social può aiutare i Brand a trovare attivamente “testimonial” del marchio che sono interessati a raccontare la loro esperienza sulla loro marca preferita.

Fase 4: Sfrutta l’ottimizzazione dei motori di ricerca

I clienti sono costantemente alla ricerca di Internet utilizzando parole chiave che si riferiscono direttamente al tuo prodotto o marchio. Search Engine Optimization (SEO) può aiutare a migliorare il ranking di ricerca in Google e altri motori di ricerca. Utilizzando una query con parole chiave granulari, puoi scoprire i termini che i potenziali clienti stanno cercando e sviluppare contenuti ottimizzati con questi termini. Ciò contribuirà a portare il tuo SEO in cima alla classifica delle ricerche e ad aumentare la consapevolezza per il tuo marchio.

Condividi

 

Lascia un commento