via Prà Bordoni 59
+39 0445-1922130
info@netmarket-srl.it

Panoramica su Linkedin: funzioni premium

Created with Sketch.

Panoramica su Linkedin: funzioni premium

panoramica-linkedin

Perché optare per LinkedIn Premium?

Quando si pensa a LinkedIn, si tende a concentrarsi principalmente sulle funzionalità gratuite di questo social network verticale, pensando che queste siano tutto ciò che esso può offrire. Certo, per la gran parte delle persone che lo utilizzano raramente, quando ne hanno bisogno come servizio di recruiting e per curare la relazione con i propri contatti, un account gratuito garantisce buoni risultati. Tuttavia, per un’azienda che sta cercando qualcosa di più strutturato e vantaggioso, un account Premium di LinkedIn può davvero fare la differenza, poiché alcune delle funzioni previste riescono a soddisfare un numero maggiore di esigenze per coloro che gestiscono gli account aziendali di LinkedIn. Ad esempio, è possibile visualizzare molti più profili durante la fase della ricerca, un aspetto molto utile se si vuole espandere la propria rete LinkedIn. Utilizzando un account premium è possibile avere più delle cento voci standard nella ricerca di LinkedIn, arrivando a includere un minimo di trecento risultati di ricerca. Per rendere il processo più preciso, la versione a pagamento mette a disposizione svariati filtri di ricerca. Tra questi troviamo: anzianità; dimensioni dell’azienda presso la quale l’utente è al momento impiegato; interessi; referenze; l’eventuale riconoscimento come esperto del settore e molti altri. Questi filtri di ricerca aiutano coloro che stanno reclutando a restringere il campo per avere solo risultati molto in linea con il profilo con il quale ci si vuole connettere. Senza contare che la modalità Premium tiene conto della verificabilità delle referenze: si può utilizzare la Ricerca di riferimento per cercare persone che hanno lavorato con un determinato utente di LinkedIn e contattarle in merito a un’opinione sulle performance.

Come sfruttare Premium per allargare il business

Finora si sono prese in considerazione le funzionalità strettamente legate al recruiting. Tuttavia, se si utilizza LinkedIn come metodo per aprire nuove opportunità di business, non solo per attirare talenti, è possibile, grazie all’account Premium, ricercare solo potenziali contatti appena iscritti sul social network tramite l’apposito filtro. Si tratta di un modo molto efficace per entrare in contatto con le persone che rispondono a determinati criteri in un momento nel quale saranno particolarmente propense a controllare le notifiche di LinkedIn: bisogna infatti tenere conto che questa piattaforma non viene utilizzata come i social considerati generalisti, ma risulta molto più specifica. Infine, con un account premium si può eseguire una ricerca, salvarla e ricevere una notifica ogni volta che i risultati subiscono un aggiornamento importante.

Visualizzazione completa dei profili e di chi ha visitato

Quando si utilizza LinkedIn in modalità gratuita, uno dei più grandi limiti si ritrova nella visualizzazione solo parziale del profilo di un account che suscita interesse ma è fuori dalla propria rete. In genere si riesce infatti a vedere esclusivamente una specie di loro riepilogo del profilo, mentre grazie all’account Premium si può godere delle visioni complete del profilo, che riportano informazioni quali il nome, la foto, i dettagli delle esperienze lavorative, la formazione, le competenze e qualsiasi altro dato sia stato aggiunto al profilo. Di contro, l’account con impostazioni Premium permette di controllare chi ha visualizzato il proprio profilo senza l’obbligo di reciprocità, ossia la necessità di concedere all’altra persona la possibilità di far vedere se si è visualizzato il suo profilo. Con un account premium, non si deve rinunciare alla propria privacy e, oltre a monitorare chi ha visualizzato il proprio profilo, si vedranno anche quali parole chiave le persone hanno cercato per trovarlo. Questa funzionalità è particolarmente utile quando si tratta di posizionarsi in modo tale da riuscire ad attirare i talenti più adatti alla propria azienda, aggiungendo i tag corretti per orientare la comparsa nei risultati di ricerca o ottimizzare il profilo con parole chiave, titoli di lavoro e categorizzazione migliori per il settore.

Allargare la propria rete in modo affidabile

Oltre a InMail, servizio utilizzabile anche senza dover sottoscrivere necessariamente un account Premium, entrare in contatto con le connessioni di 2° o 3° grado diventa fattibile grazie alla funzione Presentazioni, che richiede inceve la sottoscrizione di un abbonamento. Una volta che si è stipulato un contratto Premium, tutto quel che serve fare a questo punto è scegliere la persona migliore per fare da tramite e inviarle un messaggio con le ragioni della richiesta. Con Premium, inoltre, si riescono a vedere i nomi delle connessioni di terzo grado quando si effettua una ricerca, un aspetto che invece non risulta concessa a coloro che utilizzano il social in modo gratuito. Attraverso questa valida funzione, diventa molto più facile riconoscere le persone con cui ci si potrebbe voler connettere. Se una o più funzionalità tra quelle finora descritte sembrano appetibili, l’alternativa migliore è provare personalmente LinkedIn Premium, gratuito per il primo mese, al fine di capire se potrebbe divenire parte integrante della propria attività lavorativa.

Condividi