via Prà Bordoni 59
+39 0445-1922130
info@netmarket-srl.it

Regole della seo

Created with Sketch.

Regole della seo

titolo-di-un-articolo-in-ottica-seoTempo di lettura: 4 minuti

 

Quali sono le regole da seguire per la seo?

 

Controlla la velocità del tuo sito

 

Una pagina lenta a caricare non farà altro che scoraggiare il cliente dall’acquistare il tuo prodotto. Infatti, i dati raccolti da Strange Loop mostrano come 1 secondo di ritardo nel caricamento di una pagina può portare ad una perdita del 7% delle conversioni

Secondo i clienti, un sito lento non è affidabile. Infatti, ricerche condotte da eConsultancy mostrano come il 40% delle persone abbandona un sito che impiega più di 3 secondi a caricare.

La velocità della pagina è fondamentale sia per gli utenti che per i motori di ricerca. 10 anni fa, il 9 aprile del 2010, Google ha incluso tra i fattori di classificazione più importanti la velocità del sito. Questo significa che se le tue pagine sono lente non sarai in grado di ottenere una buona posizione nella classifica dei risultati di ricerca, sebbene il contenuto del tuo sito sia professionale e di qualità.

Sbarazzati degli elementi non essenziali che rallentano il tuo sito. Se utilizzi WordPress considera di disattivare i plugin che potresti aver installato e attivato, ma che, in realtà, non necessiti. Inoltre, fai un decluttering della tua barra laterale e inserisci solo widget essenziali

 

Link building

 

La link building rimane una parte fondamentale della strategia di ottimizzazione del motore di ricerca. Inserire link ad altri siti, che includono anche quelli dei concorrenti, aiuta l’utente ad ottenere maggiori informazioni.

Secondo Rand Fishkin, fondatore di Moz, inserire link che creano traffico tracciabile rende il tuo sito più importante ed una risorsa scalabile.

Non puoi aspettarti di ottenere link dagli altri se tu non lo fai per primo. Per esempio, se stai cercando di ottenere inbound link da blog autorevoli, uno dei modi più semplici per farlo è quello inserire collegamenti ai loro blog sul tuo sito.

Ovviamente, dovresti solamente inserire link a pagine con contenuti interessanti ed affidabili.

La link building si basa sulla qualità, non la quantità. Guadagna maggiore fiducia all’interno della tua nicchia inserendo alcuni link autorevoli ed evita invece dozzine di collegamenti di bassa qualità.

 

SEO copywriting

 

Ultimamente, sempre più bloggers e creatori di contenuto stanno tornando indietro ai vecchi metodi della SEO, in cui le parole chiave destinate a guidare i risultati della ricerca superavano le reali qualità dei contenuti.

Molte persone preferiscono tentare di “manipolare” i motori di ricerca, invece di capitalizzare sulle parole chiavi a lunga coda,. Ma questo è un approccio sbagliato.

Non dare priorità ai motori di ricerca rispetto alle persone che leggono il tuo lavoro. Scrivi, invece, contenuti per gli utenti, persone che hanno occhi per leggere e carte di credito per acquistare il tuo prodotto.I motori di ricerca non acquistano i tuoi prodotti, non si intrattengono con te sui social media e non diventeranno mai clienti fedeli.

Mentre scrivi dimenticati che Google e gli altri motori di ricerca esistono. Crea, invece, contenuti di qualità ed utili per i tuoi utenti. Questa tecnica è conosciuta come SEO copywriting

 

Incoraggia altri siti ad inserire collegamenti al tuo

 

La inbound link è ancora una parte fondamentale dei motori di ricerca.

Quando si combinano assieme i link di dofollow e nofollow si ottiene un profilo del link talmente naturale che verrà premiato da Google.

Un contenuto di marketing coinvolgente e di elevata qualità verrà condiviso dalle persone, anche attraverso i social media. 

 

Disporre di analisi web sin dall’inizio 

 

Dopo aver definito chiaramente gli obiettivi dell’ottimizzazione del tuo motore di ricerca, avrai bisogno di software per tracciare cosa funziona e cosa non funziona. 

Google Analytics, Google Search Console e altre soluzioni di software di analisi web privati possono aiutarti a tracciare il successo.

Dovresti avere queste analisi web ancor prima di avere il tuo primo visitatore sul sito.

 

Scrivi meta descrizioni uniche e rilevanti per ogni pagina

 

Uno dei consigli più importanti della SEO che molte persone trascurano è una meta descrizione ben fatta.

La meta descrizione è la prima sezione che le persone vedono quando Google mostra la tua pagina a coloro che hanno ricercato.

Generalmente, al motore di ricerca non piacciono i contenuti duplicati. In alcuni casi, c’è però la necessità di citare un paragrafo o frase da un altro sito, ma se inizierai a pubblicare spesso contenuti duplicati, sarà difficile avere successo nel lungo termine. 

Se utilizzi WordPress, puoi sistemare le meta descrizioni duplicate installando un pacchetto All-In-One-Seo Pack o Yoast plugins.

Nel tuo editor di WordPress scorri fino in fondo alla pagina e aggiungi un tag di titolo unico e una meta descrizione.

 

Utilizza solo URL leggibili e di valore

 

Se gli utenti non leggono o non capiscono la tua URL, allora anche i motori di ricerca potrebbero confondersi. 

Cerca di evitare numeri e inserisci tra le 2 e le 4 parole, così che l’URL sia di facile comprensione e memorizzazione.

 

Utilizza i social media

 

I social media sono una parte integrante della strategia SEO e i segnali di ricerca sono anch’essi importanti. Focalizzati, quindi, sul incrementare i tuoi. Sebbene, Google non abbia aggiunto i segnali social nei fattori dell’algoritmo che determinano il posto nella classifica, essi influenzano comunque le classifiche dei motori di ricerca.

Diversi casi di studio hanno provato l’impatto delle condivisioni social, dei like e tweet sulle classifiche dei motori di ricerca.

Se vuoi ottenere più segnali social, le regole non sono cambiate. Di seguito il riassunto:

  • Crea contenuti utili condivisibili nelle tue tue piattaforme social.
  • Aggiungi pulsanti di condivisione ai tuoi post e rendili visibili.
  • Incoraggia la condivisione.
  • Organizza una competizione sui social media per ottenere maggiori condivisioni.
  • Menziona influencer e aggiungi i loro link nei tuoi post.

Utilizza le giuste parole chiavi nelle tue immagini

 

 

Le immagini sono importanti nell’ottimizzazione del motore di ricerca. Infatti, Google ha dedicato un’intera sezione dei risultati di ricerca alle immagini. 

Quando gli utenti stanno ricercando un’immagine precisa, con cosa le ricercano? Con le parole chiavi. Per questa ragione, dovresti usare le parole chiavi giuste nei nomi della tua immagine e inserire un testo (come una didascalia). Ovviamente, non sovrabbondare con le keyword. 

Ricordati che nell’ottimizzazione dei motori di ricerca la rilevanza è molto più importante della creatività.

 

Crea e pubblica regolarmente contenuti unici per migliorare le tue posizioni

 

Secondo l’Istituto di Contenuti di Marketing, produrre contenuti unici e accattivanti è una sfida per la maggior parte dei commercianti. Infatti, il 54% dei venditori B2B ha riscontrato problemi nella creazione di contenuti coinvolgenti, il 50% nel produrre contenuti costantemente, il 49% nel misurare l’efficace e il 42% nel produrre contenuti diversi.

La classifica dei motori di ricerca per quella specifica pagina dipende da un fattore chiamato “fattore di freschezza” e l’unicità del contenuto è uno degli elementi che lo influenza. Uno dei migliori modi per ottimizzare questo fattore è creare contenuti interessanti costantemente.

 

Condividi